Perche’ e’ colpa della moneta e non delle assurde regole imposte dall’Unione Europea?

La moneta e’ fondamentale. E’ vero comunque che le assurde regole imposte dall’Unione Europea non aiutano e possono rendere un Paese meno competitivo di un altro, ma moneta e’ la condizione necessaria, anche se non sufficiente per uscire dalla crisi!!!

Faccio un esempio elementare per far capire quando importante e’ la moneta.

Pensiamo a 2 Paesi: Paese1 e Paese2. Una moneta del Paese1 equivale ad una moneta del Paese2. Ora si fa un’artificio e si impone che la Moneta1 equivale alla meta’ della Moneta2, ossia ci vogliono 2 Monete1 per una Moneta2.

Si colpo il Paese2 si sente ricco rispetto al Paese1, pero’ succede che quelli del Paese2 invece di comperare un loro frigorifero a 100 Monete2 comprano quello del Paese1 perche’ costa la meta’. Il produttore di frigoriferi del Paese2 non vende il frigorifero pero’ e’ contento lo stesso perche’ ha un forte potere d’acquisto e se ha bisogno di qualcosa la compra dal Paese1 perche’ costa la meta’. Questo meccanismo si propaga un po’ su tutto e dopo alcuni anni i produttori del Paese2 non riuscendo a vendere i loro prodotti iniziano a mandare lettere di licenziamento.

Notare che non c’e’ niente di sbagliato nei prodotti del Paese2, ma rimangono invenduti. La produzione si sposta dal Paese2 al Paese1, ovvia il Paese2 si sta deindustrializzando.

La crisi inzia, la disoccupazione aumenta e colpisce le categorie piu’ deboli, giovani e donne. Si cerca di capire come risolvere questa crisi e si da la colpa ai politici corrotti che non fanno niente e girano con le auto blu, la spesa improduttiva, le ditte non hanno investito nello sviluppo e ricerca… insomma le solite che si sentono dire da anni.

Il problema e’ che non si puo’ far niente per risolvere questa crisi se non si vende un prodotto al prezzo giusto.

Paradossalmente quando si intuisce che i prodotti non sono competitivi, si inizia a suggerire di abbassare gli stipendi dei lavoratori e di rendere il lavoro ancora piu’ precario. Ma questo sappiamo che deprimera’ ancor di piu’ la situazione!

ing. Luca Boscolo
Movimento per l’uscita dall’euro
www.no-euro.org