20 November 2016

Le banche Italiane considerate a rischio, perche'?

Dalla crisi finanziaria del 2007, l'Italia, e non solo, ha visto un lungo periodo di crisi economica durante il quale le banche hanno deteriorato notevolmente il credito erogato alle famiglie ed imprese. 

Non 'e una novita': la disoccupazione e' andata a livelli record, la gente ha perso il lavoro e non puo' piu' pagare le rate del mutuo alla banca. Moltissime aziende sono fallite o sono in perdita e non possono piu' pagare alla banca i loro debiti.  

In tutti questi anni le banche hanno svalutato il valore di questi crediti di un 50% del loro valore originale, mettendoli come un attivo. 

In realta' questi crediti sono stati molto sopravvalutati dalla banca stessa, il loro valore reale dovrebbe essere del 20% e non del 50%, in quanto le speranze di riavere i soldi prestati ad aziende che stanno per fallire o a famiglie senza lavoro, sono molto basse. 

Ora se le banche valutassero i crediti deteriorati al loro valore reale, il valore del capitale delle banche si ridurrebbe notevolmente con l'immediato fallimento.  

Posted by: Luca Boscolo
Comments (0) | Add new Comment
 58



3 November 2016

Brexit: ora sara' il parlamento a decidere.

High Court ha accolto il ricorso di un gruppo di attivisti che chiedevano un voto del parlamento prima di attivare l'art 50 (del trattato di Lisbona). Dunque ora il governo non potra' piu' attivare l'art 50 ma dovra' aspettare il voto del parlamento e se la maggioranza dice di no, Brexit e' gia al capolinea ossia non ci sara' piu' una Brexit.

Il primo ministro Teresa May vuole fare ricorso ed andare avanti con Brexit ma allo stesso tempo vuole la libera circolazione delle merci e servizi all'interno dell'UE. Molti hanno votato Brexit pensando di poter controllare/bloccare l'immigrazione dai paesi dell'UE.

Le regole dell'UE impongono la libera circolazione delle merci e servizi assieme alla libera circolazione delle persone.

Il capo del partito dell'opposizione ha detto di voler votare contro l'art 50 se non sara' garantito l'accesso al mercato unico.

Posted by: Luca Boscolo
Comments (0) | Add new Comment
 126



2 October 2016

Theresa May annuncia Brexit significa Brexit!!!

Oggi il primo ministro britannico Theresa May annuncia di voler attivare l'art.50 e di iniziare il processo formale di uscita dall'UE prima della fine di Marzo 2017, dunque UK sara' fuori dall'UE nell'estate del 2019 e le leggi saranno fatte a Westminster e non dettate da Brussels, inoltre quelle fatte nell'UE fino ad ora ritorneranno a Westminster per essere rivalutate e nel caso cancellate. 
Posted by: Luca Boscolo
Comments (0) | Add new Comment
 250



14 July 2016

Theresa May diventa il nuovo primo ministro britannico.


In un lampo di fulmine tutti i concorrenti si ritirano e Theresa May diventa primo ministro. Tempi molto piu' rapidi di quelli previsti da David Cameron per il suo successore.

Ricordiamo che Theresa May e' stato il ministro degli interni negli ultimi sei anni, ha fallito il suo obiettivo di ridurre l'immigrazione ed era contro il Brexit.

Posted by: Luca Boscolo
Comments (0) | Add new Comment
 503



3 July 2016

Il presidente della comissione europea dice UK non ha mesi di tempo per attivare art. 50


Il presidente della comissione europea Junker dice che UK non ha mesi di tempo per attivare l'art. 50 del trattato di Lisbona, anzi dovrebbe farlo subito.

Una volta attivato l'art 50, UK ha due anni di tempo per negoziare l'uscita dall'UE.

Il referendum non ha un valore legale ed il primo ministro non puo' invocare l'art. 50 senza un voto del parlamento.

Il primo ministro Cameron ha detto di voler dimettersi in Ottobre e sara' compito del suo successore di attivare l'art 50.

Quindi fno ad ottobre non cambiera' niente.


Posted by: Luca Boscolo
Comments (0) | Add new Comment
 669